Street Art
Category

  • Chi e Beetroit: intervista

    Chi e Beetroit?

    Beetroot e’ un vecchietto con la testa il cuore e i sogni di un bambino, e’ un padre di famiglia, un romano che lotta tutti i giorni con i problemi di questa città, un ex impiegato di multinazionali, in sintesi … Una persona incasinatissima come tutte quelle che ho intorno con la sola differenza che ogni tanto qualcuno mi chiama artista.

    Come nasce la tua arte?

      La mia arte nasce dalla mia stessa natura, dalla capacità di astrarmi, di distaccarmi per lungo tempo dalla quotidianità. Da qui le idee per le opere e l’attenzione per i dettagli inutili della vita.

    webImage00003Da dove nasce l’idea di trasformare la materia?

     L’arte materia rispecchia il Mio rapporto con l’arte stessa, c’è chi usa l’arte per rilassarsi, chi trova particolari significati nei tratti della pittura. Io ci litigo, ci faccio a pugni e quindi avevo bisogno di qualche cosa di particolarmente resistente ! Avevo bisogno di qualche cosa che resistesse, alla fine il risultato delle mie opere non è nient’altro che la mediazione tra quello che voleva essere un muro e quello che gli ho imposto.

    webImage00001Le tue opere sono piu da vedere o piu da toccare?

    Entrambi, perché un murales e’ un dono che l’artista che fa alla gente che vive in un determinato luogo, quindi i regali si guardano, si toccano …. Insomma si usano !

    Quale opera ti rappresenta di piu e perche

     Ce ne sono diverse di opere che sento particolarmente vicine. Oggi direi l’ultima che ho realizzato a Ventotene perché per la prima volta, l’intero progetto e’ stato il risultato incrociato del lavoro di un fotografo, una modella, un light designer . Io sono stato il terminale di questa catena creativa. Era da tanto che desideravo realizzare questo tipo di collaborazione

     Quali sono i tuoi progetti futuri?

    Per il futuro c’è di sicuro il lavoro congiunto con le persone che ho sopracitato, perché la contaminazione tra le varie arti porta ad un risultato che mi soddisfa moltissimo.

    webImage00004

    Ritieni impostante l’ausilio della fotografia a supporto della street art?

    La fotografia e la street art sono arti vicinissime, complementari direi. La fotografia rende speciale la street art visto che in moltissimi casi l’unica testimonianza del passaggio effimero di indiscutibili capolavori e’ nelle mani e negli obiettivi dei fotografi e al contrario alcuni fotografi posso vantarsi di aver scovato dei grandi soggetti. Considero i fotografi compagni di avventura visto che ci collaboro quotidianamente.

    Grazie per l’intervista !!!

    Silvia Brutti

     

    12 giugno 2016 • Street Art • Views: 588

  • Come fotografare la street art

    Per fotografare la street art non ci vuole una precisa angolazione o aspettare che il meteo ci dia una luce adatta. In qualunque momento e posizione fotograferai sicuramente successivamente sarà un buono scatto.

    Di per sé le opere di street art sono soggette a scomparire , per via di numerosi elementi quali:

    • agenti atmosferici
    • crossing ( scritte e segni) da parte di vandali
    • copertura con opere di altri artisti
    • giungla di erbacce e rampicanti
    • rimozioni da parte del decoro urbano

    l’unico modo per far si che non scompaiano senza lasciar traccia è fotografarle e renderle digitali.

    Per ottenere il massimo da ogni murales bisogna tener presente di alcuni elementi:

    Contestualizzare l’opera

    • Decontestualizzare l’opera
    • Tenere conto delle cromie
    • Includere o escludere movimento
    • Documentare la messa in atto dell’opera

     

    Contestualizzare l’opera significa tener conto dell’ambiente circostante in cui e Inserita, in che modo si integra con esso e come lo valorizza.

    Come una singola opera o in alcuni casi una serie di interventi diventino interessanti nel loro insieme in quel preciso contesto urbano sia che sia un progetto istituzionale, sociale o illegale.foto 1-Aladin -cso forte prenestino

     

    Decontestualizzare l’opera vuol dire fotografare un singolo dettaglio , quello che la rappresenta, quello piu particolare, piu colorato o ambiguo ecc. proponendolo come un elemento a sé o come fosse un pattern.

     foto 2 - Blu

     

    Tener conto delle cromie Ogni singola opera ogni singolo autore predilige usare spesso i colori dosando le cromie adattandole al contesto, all’argomento trattato, all’ambiente . Quando fotografiamo può essere interessante giocare con luci e cromie, enfatizzando un colore invece di un altro , giocare con i contrasti che ci sono tra questi o con i toni chiaro scuri.

    foto 3

     

    Includere o escludere movimento è forse il modo piu creativo e divertente di fotografare un opera.

    Fotografare il passaggio di persone, di personaggi particolari, di bambini, può diventare un modo di giocare e interagire con l’opera stessa.

     

    Documentare la messa in atto dell’opera spesso ci si trova ad essere testimoni della messa in atto delle opere, o perché si ad eventi e manifestazioni oppure perche casualmente si scopre l’artista all’opera.

    In questo caso è bello ed emozionate fare un reportage dello stesso, ricordandosi sempre di chiedere prima il permesso all’autore, chiede dogli se preferisce essere ripreso d i spalle o frontalmente, e infine se desidera poi ricevere copia delle fotografie o se si ha la libertà di pubblicarle on line.

    Si puo fotografare il particolare, l’inizio e la fine, l’artista all’opera per intero o la sola mano che pennella , questo è lasciato alla fantasia di ognuno sfruttare al meglio questa occasione.

    5 gennaio 2016 • Street Art • Views: 969

  • Intervista: OMINO 71

    Chi è Omino 71?

    Mi piacerebbe rispondere un “polimata” ma in realtà sono solo un tipo da decathlon, cioè un piccolo-uomo-bambino che preferisce fare dieci cose sopportabilmente male che saperne fare solo una ma bene.

      Continue Reading

    13 dicembre 2015 • Street Art • Views: 1018

  • Itinerari di Street Art – Ostiense District

    Il progetto per la rivalorizzazione del quartiere Ostiense e nato da un’idea dell’agenzia di comunicazione Pescerosso e da altre realtà territoriali cittadine. L’evento è stato sostenuto dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo – Dipartimento Cultura di Roma Capitale mediante l’Avviso Pubblico “Roma Creativa”. Da Piramide al gazometro l’archeologia industriale del quartiere accoglie una galleria a cielo aperto con numerosi murales, oramai piu di 30. Tra i tanti artisti presenti nell’Ostiense District abbiamo noti e Continue Reading

    8 novembre 2015 • Street Art • Views: 1581

  • Street Art a Roma

    Chi lo ha detto che Roma è solo degrado? La città di Roma da tempo è venuta alla ribalta per il suo impegno nel fornire una visione della città piu moderna in politiche culturali. Questo e avvenuto tramite un interesse verso campi artistici una volta ritenuti illegali come quelli del writing. Continue Reading

    8 novembre 2015 • Street Art • Views: 915

  • Street art in Europa e in Italia

    Una svolta nel campo del graffitismo europeo si ebbe a Parigi negli anni ’90, con artisti quali Stak, Andrè, Honet e altri. I graffiti influenzano la grafica pubblicitaria, le campagne di marketing, il gusto di migliaia di persone.
    Intorno al 2000, tra Francia, Inghilterra, Spagna, Finlandia e Italia, si assiste a qualcosa di nuovo e differente per le strade; numerosi creativi (artisti, fotografi, poeti, graffitari) iniziano a proporre lavori su manifesti, normografi o vernice traducono la loro esigenza d’espressione in una tensione costante verso la comunicazione di massa e la partecipazione del pubblico al senso dei propri interventi. Continue Reading

    8 novembre 2015 • Street Art • Views: 892

  • Street Art

    La Street Art è il nome dato dai media a quelle forme di arti che si manifestino in luoghi pubblici (dall’inglese ‘Arte di strada’), spesso illegalmente, nelle tecniche più disparate: spray, sticker art, stencil, proiezioni video, sculture ecc. La sostanziale differenza tra la Street Art e i Graffiti si riscontra nella tecnica non per forza vincolati all’uso di vernice spray e al soggetto non obbligatoriamente legato allo studio della lettera.
    La street art, nasce e si evolve quindi da una costola del writing, dal quale prende l’idea e il modo di rapportarsi agli spazi urbani, ai mezzi di trasporto e ad alcuni materiali.

    Continue Reading

    8 novembre 2015 • Street Art • Views: 706