La pulizia del sensore

testata

Precisazione iniziale
La presenza di particelle di polvere od altro, visibile attraverso il mirino ottico di una reflex, non crea nessun problema sulle foto perchè nei mirini ottici la visione è detail_thumb_p17bni60441n5l1t9n1bke1ja3115d5indipendente dalla registrazione delle immagini.
Se nelle fotografie compaiono piccoli punti, macchie o pelucchi, e abbiamo già controllato o pulito accuratamente l’obiettivo in uso, è estremamente probabile che sul sensore si siano depositate particelle di polvere, sabbia pelucchi o altri corpi estranei che il sistema di pulizia automatico della fotocamera non riesce a rimuovere.
In questi casi è necessario procedere ad una pulizia manuale del sensore stesso.

sensorePerchè si sporca il sensore
Con il tempo inevitabilmente la polvere entra nel box specchio della nostra reflex sopratutto ogni volta che si effettua il cambio dell’ottica; però essa può entrare anche se non si cambia mai l’obiettivo, quando si opera in un ambiente polveroso. La polvere poi raggiunge il sensore grazie ai vortici di aria interni che si producono con il movimento dell’otturatore, dello specchio reflex e dal movimento del gruppo ottico posteriore in fase di zoommata o di messa a fuoco. La superficie del sensore inoltre è carica elettrostaticamente.

.

La pulizia manuale del sensore
detail_thumb_p17vccn1q11a671l3ilnk1q6q4865La pulizia manuale del sensore, è un’operazione molto delicata che va eseguita con grande attenzione: è il componente più costoso e delicato della nostra reflex.
La polvere e lo sporco si depositano sul filtro passa – basso e non sul sensore vero e proprio.
Il filtro passa-basso è un elemento fragile e può danneggiarsi facilmente. Se siamo alle prime armi potrebbe essere il caso di rivolgersi al centro di assistenza più vicino.
Per poter pulire il filtro manualmente la batteria della fotocamera deve essere carica, se la fotocamera si spegnesse durante la pulizia rischieremmo di danneggiare specchio e otturatore.
Per pulite il filtro va utilizzata esclusivamente una pompetta ad aria, che permette di soffiare via le particelle senza mai entrare in contatto con la superficie del filtro stesso.
Non utilizziamo pompette dotate di pennellino, perché le setole del pennello
potrebbero graffiare il filtro passa-basso.

Inoltre, stiamo attenti a non inserire la punta della pompetta all’interno della fotocamera, bensì rimaniamo al di fuori della cavità in cui normalmente alloggia l’obiettivo. Se anche in questa maniera non riusciamo a rimuovere lo sporco dal filtro, non resta che rivolgersi a un centro assistenza specializzato, che effettui una pulizia approfondita con apparecchiature idonee.
L’apparecchio deve essere portato al centro con l’obiettivo che viene maggiormente utilizzato, con batteria perfettamente carica e con una scheda vuota dentro in modo da far memorizzare una foto prima ed una dopo la pulizia del sensore. tutti gli altri accessori e bene toglierli per agevolare il lavoro del tecnico.

Consigli post pulizia
Una volta ritirato l’apparecchio non bisogna assolutamente togliere l’obiettivo e fare una foto a cielo aperto ne tantomeno attivare la procedura manuale di pulizia per ispezionare il sensore perchè si rischia di vanificare il lavoro effettuato dal centro di assistenza. Prima di inserire un’altro obiettivo nel corpo macchina verificare scrupolosamente che la parte posteriore dello stesso non presenti impurità o polvere che inevitabilmente dopo alcuni scatti si andranno a depositare sulla superficie del sensore.
Nel fare il cambio di ottiche occorre tenere il corpo macchina rivolto verso il basso in modo che la polvere non entri agevolmente nel box specchio.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Previous post:
Next Post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.