Muracci Nostri

Muracci Nostri


Il progetto Muracci nostri  , nasce da una idea di Maurizio Mequio (abbiamo gia parlato di lui in un precedente articolo) nel 2015, con la collaborazione con un vero collettivo artistico popolare. La cooperarazione tra loro numerose realtà locali a partire dalla comunità primavallina, il Collettivo Piccioni e Farfalle, gli Amici della Scuola Bellingeri, Many People Show Production, Progetto Prima Valle poi Mare, Dazebaonews, Boudu, Coop. Passepartout, l’Associazione Vengo da Primavalle e ancora molte altre è stata decisiva per far partire questa iniziativa.

Piccola premessa: Primavalle è un quartiere  periferico diverso e uguale a tanti altri, non ha un centro commerciale, non ha mura di cinta, è aperto a chi viene da lontano. E’ un quartiere come molti altri ha  Roma; ha dei muri vissuti, rotti e/o sporchi, segnati dal disagio del vivere in periferia .

Il progetto  ha voluto (come essenza primaria) , celebrare l’umanità della borgata e la sua voglia di comunità prevendendo la creazione di  murales, poster, sticker e performance artistiche.

I luoghi – da via Federico Borromeo a via Ascalesi, ma anche l’ex Manicomio del Santa Maria della Pietà,(gia menzionato in un altro articolo)  – sono luoghi simbolici, legati anche ai punti del quartiere dove nel ’52 è stato girato “Europa ’51”, iconico film di Rossellini con Ingrid Bergman, celebrata e reinventata nell’opera di Omino71

La maggior parte degli interventi, sono stati realizzati tramite  raccolta fondi per un  percorso di street art capace dal basso di autofinanziare totalmente le altre opere.

Sui muri si possono ammirare opere di Omino71, Solo, Ex Voto, MauPal, Bol23, Pino Schiti,i, Carlo Lommi, Daniele Roncaccia, Evita Andujar, Luigi Ambrosetti, Atue, Beetroot, Bol, Sabrina Carletti, Alessandra Carloni, Violetta Carpino, Chekos, Arianna Cola, Gianluca Cresciani, Milva Di, Franco Durelli, Ex Voto, Andrea Gandini, Gli Altri, Gods in Love. Nomi in vista come quelli di Gomez, La Rouille, Khem e Nemo,  Giulia Bannister Di Vara e i Poeti de Primavalle

Gli artisti che hanno aderito lo hanno fatto  volontariamente, regalando un’opera dal valore commerciale enorme alla comunità, perché credono nel progetto. Tra gli artisti che hanno aderito c’è chi ha più di cento mostre all’attivo, chi ha esposto al Louvres, chi ha opere sparse nel mondo (Usa, Gran Bretagna, Germania, Spagna, Brasile) e anche artisti di altri paesi.

Un quartiere da visitare assolutamente….


Gallery:

 

Previous post:
Next Post:

Comments are closed.