Iphoneography

Di cosa si tratta?

Si chiama così perché il primo telefono in una macchina fotografica integrata di buona qualità è stato l’iPhone. Oggi, anche altri smartphone hanno ottime fotocamere che non hanno nulla da invidiare alle compatte di buona qualità. Inoltre abbiamo dei software di foto ritocco sul telefono che sono enormemente versatili e consentono di ritoccare le foto in molti modi creativi.

Il telefono è sempre con noi e quindi spesso è l’unica macchina fotografica che abbiamo. E pur con tutte le sue limitazioni può aiutarci a crescere come fotografi.

Prima limitazione: scatta solo in jpg.
I jpg non sono versatili come il raw nella correzione dell’immagine quindi dobbiamo lavorare con ciò che abbiamo scattato.
Ci sono molte app che sono in grado di fare piccoli miracoli (le approfondiremo in altri articolo)

Seconda limitazione: focale fissa.
Questo allena il nostro occhio fotografico e ci costringe a muoverci intorno al nostro soggetto.

Terza limitazione: tutto automatico.
Tempi e apertura sono automatici e non configurabili (con alcune applicazioni si può lavorare anche in manuale, ma le vedremo in altri articoli).
Questo ci costringe a prevedere il comportamento della macchina fotografica. Questa cosa ci torna molto utile anche con là reflex. Infatti in alcune situazioni non abbiamo il tempo di impostare i valori poiché le condizioni di luce possono cambiare velocemente. Saper prevedere il comportamento della macchina fotografica significa saperla gestire velocemente.

Un esempio di foto scattata con iPhone.

12191988_858421970937852_6577214251797193124_n

Previous post:
Next Post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.